Strategie per far soldi su internet?

0
soldi internet
soldi internet

Mentre il mio blog nato per prova sei mesi fa si affaccia timidamente nella prima pagina delle SERP di google per le parole chiave guadagnare su internet oscillando più spesso che no in seconda pagina, e rendendomi conto che questa cosa purtroppo non porta tanti visitatori, vi parlo delle tre principali strategie , o sarebbe meglio dire linee guida, per fare soldi on line.

Strategia del cappello bianco o White Hat

La strategia White Hat comporta di creare un sito web o un blog per vendere voi stessi ( non in quel senso 🙂 ) o un vostro prodotto o un vostro servizio. Il sito dovrà essere bello dal punto di vista grafico, dare buoni spunti di riflessione, consigli, informazioni attinenti il settore di competenza; dovrà rispettare tutti i requisiti di usabilità e accessibilità per il web, come facilità nella navigazione tra le pagine e quindi chiarezza e visibilità dei menu , semplicità di recuperare informazioni al suo interno, e quindi una buona strutturazione dei collegamenti tra pagine interne.

Dal punto di vista SEO questo comporta una particolare cura nella ottimizzazione on page, le cui regole base si possono trovare nella guida per webmaster di Google. Accenno qui ai fattori più importanti che sono l’unicità del tag title delle pagine, l’unicità del tag meta description delle pagine, l’attenzione ad evitare contenuti duplicati che si possono facilmente creare se non si utilizza il tag rel=canonical.

Un sito del genere ha lo scopo di diventare una autorità nel suo settore e guadagnerà ancora più autorità grazie ai link naturali che riceverà da altri siti o da blog della sua nicchia.
Il motto sarà: questo è il mio prodotto, è frutto della mia sconfinata passione, è il migliore che c’è sul mercato proprio perchè quello che lo differenzia dagli altri simili è il valore aggiunto che metto io.

Strategia SEO del cappello grigio o Gray hat

Questo approcio è intermedio tra i due e forse è quello più usato. Rispetto all’approccio white hat puro, in questo caso si presterà molta attenzione allestrategie di link building più opportune in relazione alla nicchia di mercato in cui si opera. La differenza sostanziale con il primo approccio è che si promuovono prodotti di cui non ti interessa niente, ma che sai sono richiesti dalla gente grazie alle ricerche di mercato che hai svolto o che altri hanno svolto per te.

In un certo senso è il lavoro delle agenzie SEO che offrono servizi di posizionamento con la diffusione di comunicati stampa, la creazione di articoli da inserire nelle directory di article marketing, tutte le altre tecniche per aumentare la link popularity di un sito e di chi lavora all’impostazione di campagne di web marketing sui motori di ricerca.

In questa categoria possiamo catalogare chi realizza centinaia di siti fatti esclusivamente per Adsense, ma anche chi promuove prodotti senza preoccuparsi della loro validità con l’unico scopo di guadagnare soldi, cercando di non sconfinare nello spam.

Strategia SEO del cappello nero o Black hat

L’ultima delle strategie per guadagnare su internet è quella black hat e si può riassumerla in poche parole: guadagnare il più possibile in breve tempo vendendo qualunque cosa ti passa sotto mano siano prodotti legittimi o bufale conclamate.

Questa strategia, se non vogliamo essere ipocriti, quando è accompagnata da buone conoscenze e competenze tecniche è quella che fa guadagnare velocemente su internet. Le tecniche usate sono email spamming, cloaking, doorway, cookie stuffing, l’uso di software automatici per commentare su blog creare profili su forum e segnalare i propri siti sui siti di social bookmarking o nei social media, tecniche che sconfinano nell’hacking  e altre che per ovvi motivi non sto quì a spiegare.
Una strategia black hat è quella di cercare di posizionare ai primi posti dei motori di ricerca delle pagine web in cui si vendono prodotti molto richiesti online, tipo le pillole magiche blu per anziani, o giovani con problemi. Posizionarsi ai primi posti per quelle parole chiave, anche per pochi giorni, sfruttando falle negli algoritmi di ranking significa fare tanti soldi facili finchè non si viene penalizzati e si viene cancellati dalle SERP.

Nel prossimo post parlerò invece della migliore strategia per guadagnare online, che consiste in pratica in un misto tra le tre che ho appena esposte e che è quella adottata dai grandi dell’internet marketing, quelli che fanno tanti soldi on line.

You might also like More from author

Leave A Reply

Your email address will not be published.