5 Modi per Fare soldi con i droni

0

guadagnare con droniI droni stanno diventando ormai parte della nostra quotidianità, e sempre più spesso ci si affida alla loro tecnologia per scattare foto spettacolari o girare video dall’alto. Questi piccoli gioielli di tecnologia, grazie alle videocamere installate ad altissima definizione, danno risultati eccezionali. In questo articolo vedremo come iniziare a utilizzare un drone e in che modo vendere online oppure offline le foto e i video girati.

Innanzitutto diciamo che per iniziare a pilotare un drone semi-professionale o professionale che poi andremo a vedere, occorre fare un po di pratica su droni giocattolo da pochi soldi, proprio per prendere confidenza con le manovre e per non buttare nelle ortiche centinaia di euro, ossia il costo di un drone professionale. E vedremo anche quali sono le regole da rispettare, secondo le nuove norme ENAC sul traffico aereo. Infine, vedremo 5 modi diversi per guadagnare con le foto e i video girati con il vostro drone.

Quale drone scegliere

Per iniziare a far pratica consigliamo di acquistare un drone giocattolo a basso costo, ma con qualità già simili al drone professionale che vederemo tra poco. Il miglior drone giocattolo attualmente in circolazione è indubbiamente il Syma X5C Explorers, che si può acquistare su Amazon a poco più di €40 e che offre tutte le funzionalità necessarie per iniziare ad imparare il pilotaggio di un drone.

Drone Syma X5C

Successivamente, oppure se si ha già una discreta esperienza nel pilotaggio di un drone, si può procedere con acquisto del drone professionale. Il miglior drone professionale, al miglior costo qualità-prezzo, è senza dubbio il Phantom 3 Standard, che unisce tutte le qualità di un drone professionale, estremamente versatile e facile da pilotare grazie a sistemi come il rientro automatico con un pulsante, la stabilità e la durata del volo (fino a 25 minuti!), la videocamera 12MP 2,7k, GPS e controller di volo wifi. Di fatto, si può controllare in diretta ogni immagine che il drone sta filmando, attraverso l’utilizzo del vostro smartphone Android o iOs. E poi, il prezzo! Attualmente il Phantom 3 Standard, che in negozio si vende a più di 1000/1200 euro, si può trovare su Amazon a soli €500, nel negozio online di Clarks Store, cliccando qui.

 Phantom 3 Standard

Con il Phantom 3 Standard si possono fare riprese professionali e scattare foto in altissima definizione, da un altezza massima di 250/300 metri, con tutte le funzionalità di un drone professionale.

Regole ENAC

La domanda classica che ci viene posta è: ma ci vuole una licenza o un brevetto per pilotare un drone? La risposta è no. Si può pilotare liberamente, seguendo alcune regole di comportamento, e non è necessario comunicare il piano di volo allente di controllo.

L’ENAC suddivide i “Mezzi Aerei a Pilotaggio Remoto” in due categorie

  • Sistemi Aeromobili a Pilotaggio Remoto (SAPR), mezzi impiegati o destinati all’impiego in operazioni specializzate (lavoro aereo)
  • Aeromodelli, mezzi impiegati esclusivamente per scopi ricreazionali e sportivi e che non sono considerati aeromobili ai fini del loro assoggettamento alle previsioni del Codice della Navigazione.

Per la seconda categoria, quella che ci interessa, non è previsto alcun corso obbligatorio. Dunque, per far volare il vostro Phantom 3, dunque non è necessario seguire alcun corso, il regolamento ENAC non lo prevede.

Clicca qui per scaricare lintera regolamentazione ENAC.

E chiaro che dovrete sempre e comunque far volare il vostro drone a vista e non in presenza di altre persone, come pure non sarà possibile pilotare il drone di notte. Consigliamo di leggere attentamente le regole ENAC.

5 modi diversi per guadagnare con un drone

Ecco cinque modi diversi per guadagnare con le foto e i video girati col vostro drone.

  1. Fare soldi girando video esterni di matrimoni o altre cerimonie  Potete iniziare a vendere qualche video ai vostri amici o conoscenti. Pier Paolo, un nostro lettore, ha iniziato girando il video del matrimonio di una sua amica e poi si è fatto conoscere creando una pagina Facebook dedicata ai suoi servizi aerei col drone. Le possibilità sono infinite e vi è molta richiesta. Chi si sposa di certo vorrebbe assolutamente un video della cerimonia girato dall’alto. Immaginate la bellezza di un parco con gli sposi e gli invitati, in una stupenda giornata di sole. Un ricordo meraviglioso. Potete pubblicizzare i vostri servizi anche so forum specializzati in matrimoni, come il forum Matrimonio di alfemminile.com e su altri forum specializzati che potete trovare su Google.
  2. Crearsi un lavoro scattando foto e girando video per aziende e società  Molte società vogliono inserire video aerei nel loro sito web, per dare una prospettiva dall’alto della loro azienda. Come fare per trovare clienti? Semplice: mettete annunci su Fiverr.com, Cinqueuro.com, Kijiji.it, Subito.it, Ebay.it e create una pagina Youtube dove metterete alcuni video dimostrativi.
  3. Guadagnare Vendendo foto stock  Ogni giorno si vendono migliaia di foto aeree scattate con i droni, su siti specializzati come Shutterstock.com, Fotolia.it ecct. Si fa lupload delle foto e si vendono le foto a clienti che poi le scaricano e le utilizzano per fini commerciali e/o privati. Si può guadagnare abbastanza denaro con questo metodo, soprattutto in modo passivo.
  4. Fare soldi con Youtube  Grazie a Youtube potrete ottenere centinaia di migliaia di visitatori. I video girati con i droni sono ricercatissimi su Youtube. E uno dei metodi più rapidi e facili per ottenere milioni di visitatori. Le frasi classiche di ricerca Drone Aerial View, oppure Drone Video sono tra le più cercate sul tubo. Ottenendo tantissimi visitatori, potete monetizzare con:Google Adsense, per ogni click su banner del vostro video otterrete un guadagno. Promuovendo i vostri servizi come dronista e reporter/fotografo
  5. Fare denaro con Freelancer.com  Freelancer.com è un’ottima idea per promuovere i vostri servizi. Potete inserire un annuncio in cui offrite video e foto girati dal vostro drone, e inserire il costo per ogni video e/o foto, con i costi di rimborso spese benzina e/o pernottamenti, se il lavoro è fuori porta.

You might also like More from author

Leave A Reply

Your email address will not be published.