Iniziare a Fare soldi analizzando visitatori e statistiche!

0

soldi da visitatoriGuadagnare su internet con un blog può sembrare a primo impatto una cosa molto semplice, dopo un po’ si capisce come invece sia necessaria la conoscenza di diverse discipline per riuscire a massimizzare gli introiti che ti vengono dalla pubblicità o dalla vendita di prodotti. Sia che siano prodotti tuoi, sia che siano prodotti di altri.

Cosa bisogna conoscere per poter iniziare a guadagnare su internet?

Per prima cosa è necessario conoscere almeno le basi dell’html, o almeno come scrivere un anchor textefficace ai fini di guadagnare backlinks ottimizzati. Conoscere i fondamentali di come scrivere una pagina web è utile per una efficace ottimizzazione SEO on page.

Infatti un’altra disciplina che bisogna padroneggiare è proprio la SEO, cioè tutto quell’insieme di tecniche che possono portare le nostre pagine ai primi posti delle pagine dei risultati dei motori di ricerca.

Poi studiate le ricerche sull’ottimizzazione del posizionamento degli annunci pubblicitari all’interno del blog, quali sono i punti che attirano più l’attenzione dell’utente, quali sono i formati pubblicitari più cliccati, come scegliere colori e font degli annunci in base alla struttura, ai colori e ai font usati nel vostro blog. La stessa guida di Adsense fornisce delle buone indicazioni; iniziate da quella e poi sperimentate: infatti quello che funziona per altri potrebbe non funzionare per il vostro sito.

Infine dovrete studiare la psicologia dei visitatori: esistono tre categorie di visitatori:

  1. quelli che vogliono solamente trascorrere del tempo navigando su internet
  2. quelli che hanno una vita sociale online
  3. i visitatori dai motori di ricerca che si suddividono a loro volta tra chi cerca informazioni e chi invece vuole acquistare un prodotto.

Per fare soldi online dovrete capire come far fruttare queste diverse fonti di traffico. Chi naviga solo per passare un po’ di tempo non porta soldi nelle vostre tasche; gli utenti dei social network e della blogosfera sono tra quelli che invece dovete coltivare di più, perchè possono portarvi collaborazioni lavorative e possono farvi guadagnare citazioni e soprattutto backlinks da altri blog o siti e possono portarvi traffico indirettamente consigliando il vostro sito o blog ai loro conoscenti.

Chi invece proviene dai motori di ricerca, come ho più volte sottolineato sono i visitatori che vi porteranno più guadagni sia dagli annunci PPC che dall’acquisto dei prodotti che vendete.

Per capire la psicologia dei vostri visitatori dovrete studiare le statistiche di accesso al blog o al sito, almeno su base settimanale: da dove provengono, qual’è il loro percorso di navigazione, quanto tempo si fermano sul sito, quante pagine leggono, quali sono le pagine di uscita: così facendo si capisce anche che direzione sta prendendo il vostro blog.

Chi è arrivato a leggere fino a quà sa benissimo che lo strumento più completo e personalizzabile per le statistiche è google analytics, almeno per quel che riguarda le statistiche lato client.

Se avete un sito e non un blog ospitato su una piattaforma gratuita come blogspot, potrete usare anche uno strumento di statistiche lato server come Awstat, che vi darà risultati differenti rispetto a quelli forniti da Google Analytics che non può conteggiare i visitatori che hanno javascript disabilitato o un qualunque plugin noscript.

Un ultimo consiglio, per chi vuole iniziare a guadagnare sul web, è di osservare attentamente quello che fanno i blogger e gli internet marketer più famosi e che sono sulla scena da molto tempo: la loro esperienza potrebbe risparmiarvi mesi di esperimenti fallimentari.

Studiatene quindi attentamente la struttura delle pagine, il posizionamento e il layout degli annunci pubblicitari, come si rapportano ai lettori nei commenti, come pubblicizzano i loro siti e le loro campagne pubblicitarie, come costruiscono landing pages efficaci.
E soprattutto osservate più quello che fanno che non quello che scrivono…

You might also like More from author

Leave A Reply

Your email address will not be published.